E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Biglietto "I Love You"

    Biglietto "I Love You"
    Prezzo: 2,00 €

    A San Valentino, diglielo con i regali del cuore! Rendi il tuo messaggio d'amore ancora più......

    approfondisci
  • Quando imparare è facile

    Quando imparare è facile
    Prezzo: 12,00 €

    Collana: La Pedagogia di Infinito edizioni Titolo: Quando imparare è facile. Amare,......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / World Population Day: cresce il "tasso di...

News

Bookmark and Share
World Population Day: cresce il "tasso di vitalità infantile" grazie a te!
World Population Day: cresce il "tasso di vitalità infantile" grazie a te!

Nella World Population Day (Giornata mondiale della popolazione), in cui verrebbe naturale condividere gli allarmanti dati dei tassi di mortalità infantile, abbiamo deciso invece di parlare di tasso di vitalità infantile. Anche se non è un indicatore ufficialmente calcolato, la vitalità di un bambino misura il suo benessere e la qualità dell’ambiente in cui vive.

Per questo la Fondazione Paoletti, grazie al tuo aiuto, opera per il miglioramento delle condizioni di vita e di educabilità di migliaia di bambini nel mondo con 10 progetti di scolarizzazione, realizzati in 8 Paesi attraverso il metodo Pedagogia per il Terzo Millennio.

La strada da percorrere per garantire uguali diritti a tanti bambini, madri, famiglie, comunità in tutto il mondo è ancora lunga. Ma abbiamo fatto molto, per questo oggi vogliamo ringraziare tutti gli operatori, i sostenitori, i volontari che hanno reso possibile tutto questo.

In questa giornata vogliamo raccontarti come il tasso di mortalità si trasforma in tasso di vitalità!

Il nostro progetto in Perù - Amazzonia


6 anni fa, nella comunità amazzonica di Hipolito Unanue, il 40% dei bambini rischiava di morire prima di compiere 5 anni per una semplice gastroenterite, influenza o dissenteria. Ad esempio, il 30% bambini da 1 a 4 anni di età era colpito da parassitosi intestinale perché il 77% delle mamme davano da bere ai bambini l’acqua del Rio delle Amazzoni non bollita. I bambini venivano curati con latte di jucca fermentato, che aggravava le loro patologie.

Le condizioni di vita della popolazione erano estremamente precarie: la dieta giornaliera media di un abitante non superava le 1.500 calorie e la denutrizione cronica nelle comunità arrivava al 51.5%. Le coltivazioni erano povere e non fornivano una quantità di cibo sufficiente. Non c’era un medico né un’infermeria, non c‘erano pozzi per l’acqua e l’influenza dengue mieteva decine di vittime tra la popolazione infantile ogni anno.

Nel 2008 abbiamo iniziato con la formazione degli insegnanti della scuola, perchè essa diventasse il cuore pulsante della comunità. Abbiamo attivato un programma alimentare insieme ai volontari della comunità, poi un programma sanitario insieme al gruppo volontario dei promotori della salute. Abbiamo avviato un programma di microcredito (agricoltura, allevamento, commercio) e un laboratorio informatico ad energia solare. Abbiamo azzerato ogni rischio di morte per i bambini sotto i 5 anni.

Oggi la comunità ha un medico e un’infermeria; nei soli primi 3 mesi del 2013 abbiamo garantito una gravidanza sicura a 5 donne e curato 67 bambini; nessun bambino soffre più di carenze alimentari; gli studenti della scuola sono stati premiati come i migliori della regione; le coltivazioni hanno ripreso vigore e assicurano alla comunità autosufficienza, una barca permette di commerciare queste risorse.

Il sorriso dei nostri bambini è l’indicatore più importante, perché ci dice che la strada percorsa è quella giusta!

Guardando al nostro tasso di vitalità infantile, operiamo allo stesso modo in Congo, India, Haiti, Italia, Israele, Indonesia e Brasile. Insieme possiamo continuare su questa strada.

Percorrila con noi!