E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Biglietti di Natale "Christmas Pack"

    Biglietti di Natale "Christmas Pack"
    Prezzo: 5,00 €

    Rendi questo Natale ancora più speciale! Arricchisci i tuoi regali con i nuovi biglietti di......

    approfondisci
  • Le nuove Pergamene solidali

    Le nuove Pergamene solidali
    Prezzo: 3,50 €

    Sono arrivate le nuove pergamene solidali, dai un valore ancora più profondo ai momenti......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Cambia l'economia e cambiano le competenze. La scuola...

News

Bookmark and Share
Cambia l'economia e cambiano le competenze. La scuola è altrettanto moderna?
Cambia l'economia e cambiano le competenze. La scuola è altrettanto moderna?

E' stato pubblicato da poco in America un libro intitolato "How children succeed": come possiamo garantire ad un bimbo ottime chanche di successo per il futuro? L'autore del libro, Paul Tough, sostiene che non sono certamente i voti scolastici e un quoziente intellettivo alto a fare del bambino una persona soddisfatta. Molte altre abilità vengono richieste nella vita, oltre a un buon vocabolario e una pagella di tutto rispetto. Ciò che ci circonda, ciò che ci accade, ci insegna ogni giorno che essere pronti ad affrontare le difficoltà, essere capaci di adattarsi a più situazioni, è altrettanto importante che avere buone abilità cognitive.

La scuola e la famiglia devono tenere conto di questo aspetto, ma spesso insegnanti e genitori vedono nei voti scolastici e nella dedizione allo studio del bambino l'unico obbiettivo da raggiungere. Nel libro l'autore analizza alcuni nuovi programmi sperimentali per dimostrare come ci siano tutta una serie di competenze (skills) che non sono misurabili con i test standardizzati della scuola. Si tratta di abilità che vengono definite dagli esperti "abilità non-cognitive" e che a volte si rivelano addirittura più importanti dei voti raggiunti durante i test scolastici.

La scuola, ovviamente, rimane un'agenzia educativa fondamentale per aiutare bambini e agazzi ad avere successo nella vita e nel lavoro, ma deve adeguarsi a nuovi standard che la ricerca sta definendo, sopratutto a partire dai primi anni '90. La scuola moderna, quella in cui studiano i nostri bambini, è stata concepita e organizzata per educare i futuri lavoratori del post-guerra-mondiale (WW2). Si trattava di un tipo di economia in cui la gente lavorava nella stessa azienda, fabbrica o ufficio, per tutta la vita. Un'educazione che potremmo definire da 'posto fisso'. Oggi l'economia è cambiata completamente, mentre i metodi scolastici sono rimasti praticamente gli stessi. Per creare futuri uomini e donne di successo, soddisfatti e in movimento, c'è bisogno quindi di un tipo di educazione più versatile, che crei le competenze che il nuovo mercato del lavoro e l'economia moderna richiedono: flessibilità, creatività, intelligenza sociale, pensiero laterale, spirito imprenditoriale.

Pubblicato su Piattaforma Infanzia: www.piattaformainfanzia.org