E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • T-shirt l'Amore si Impara Donna Viola

    T-shirt l'Amore si Impara Donna Viola
    Prezzo: 20,00 €

    “Non esistono formule né metodi: solo amando impariamo ad amare” (A.......

    approfondisci
  • Bomboniere solidali - Special Pack

    Bomboniere solidali - Special Pack
    Prezzo: 15,00 €

    Stai organizzando il tuo matrimonio, la tua laurea, il battesimo o la comunione di tuo......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Adolescenza, l'importanza delle regole

News

Bookmark and Share
Adolescenza, l'importanza delle regole
Adolescenza, l'importanza delle regole

L’attività di ricerca della Fondazione Patrizio Paoletti si fonda sull'idea che un buon aggiornamento e una maggior efficacia degli strumenti e dei metodi che impieghiamo per educare i nostri figli dipendano essenzialmente da un’approfondita conoscenza scientifica delle specificità di ogni età evolutiva.

Ad esempio, i disagi e i comportamenti irrazionali che spesso caratterizzano l’età adolescenziale, e più esattamente i ragazzi di età compresa tra i 13 e i 20 anni, derivano dallo sviluppo del cervello, che in questa fase evolutiva è interessato da una “riorganizzazione cognitiva”.

La conferma autorevole di questa ipotesi, da anni in letteratura negli studi psicologici e neuroscientifici sull’adolescenza, giunge dalla ricercatrice Eveline Crone, docente di Psicologia dello sviluppo alle università olandesi di Leida e Amsterdam.

Osservazioni tramite risonanza magnetica hanno fornito, così come in numerosissimi studi in passato, ulteriori evidenze di questo processo in atto nel cervello dei ragazzi. Ma dallo studio della prof.ssa Crone emerge anche un altro elemento, molto interessante da approfondire: durante questo processo, secondo la studiosa, ci sarebbe un forte sbilanciamento tra le emozioni e la razionalità.

Le aree cerebrali fondamentali per il controllo dei pensieri e delle azioni maturano soltanto dopo i 20 anni e mediamente a 22, afferma la ricercatrice olandese. Gli ormoni della pubertà, inoltre, hanno come bersaglio proprio alcune aree neurali legate all'emotività. Per questi due motivi nel cervello dell’adolescente le emozioni prevalgono molto spesso sulla ragione.

Una mancanza di equilibrio tra intelligenza emotiva, intelligenza motoria e intelligenza razionale porta con sé le conseguenze di azioni azzardate, ma anche nuove occasioni di crescita e la nascita di nuovi interessi. Tutto sta nel riuscire a fornire all’adolescente un sostegno dall’esterno, in grado di controbilanciare questa “carenza razionale”.

Entrano così in gioco gli educatori. I genitori sono i primi a dover intervenire, secondo Crone, stabilendo delle regole. Queste sono fondamentali per fornire al ragazzo un limite, che con ogni probabilità verrà valicato, ma che serve a fornirgli comunque un punto di riferimento dal quale non allontanarsi troppo.

E’ altrettanto importante che tali regole non siano troppo rigide, ma che lascino al ragazzo uno spazio di autonomia utile a permettergli di scoprire il mondo con i suoi occhi, di coltivare nuove passioni e di allenare il ragionamento.

Ogni età ha le sue peculiarità e le sue necessità educative. La ricerca scientifica (neuroscientifica, psicologica e pedagogica) è fondamentale per comprendere il complesso processo della crescita e aiutarci a conoscere e guidare l’evolversi delle capacità cognitive in ogni età dell’individuo.


Istituto di ricerca   |   Ricerca   |   Pedagogia per il Terzo Millennio   |   Patrizio Paoletti