E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • T-shirt tecnica Run for Children

    T-shirt tecnica Run for Children
    Prezzo: 35,00 €

    Fondazione Patrizio Paoletti, Associazione Paoletti Onlus e Ora.ch ti propongono un acquisto......

    approfondisci
  • La Vita nelle tue mani

    La Vita nelle tue mani
    Prezzo: 12,00 €

    Collana: La Pedagogia di Infinito Edizioni Titolo: La vita nelle tue mani Autore: Patrizio......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Una vela per sperare: il prefetto De Martino premia i...

News

Bookmark and Share
Una vela per sperare: il prefetto De Martino premia i bambini
Una vela per sperare: il prefetto De Martino premia i bambini

NAPOLI, 29 giugno – Una sala popolata da 50 bambini e tante partecipazioni di prestigio per la cerimonia di chiusura della prima fase del progetto “Una vela per sperare”, iniziativa che ha coinvolto bambini e ragazzi del Rione Sanità, dei quartieri di San Giovanni a Teduccio e di San Pietro a Patierno, a Napoli. All'evento si è accompagnato un laboratorio didattico dedicato ai ragazzi coinvolti nel progetto e tenuto dallo staff pedagogico della Fondazione Paoletti.

Presente all’evento il Prefetto di Napoli Andrea De Martino, che ha elogiato il progetto promosso dalla Fondazione Paoletti in collaborazione con la Lega Navale Italiana (sezione di Napoli), la Marina Militare Italiana, l’associazione L’altra Napoli Onlus e L’Albero della Vita.

Insieme al Prefetto, hanno preso parte alla cerimonia Alfredo Vaglieco, presidente della Lega Navale di Napoli, Padre Antonio Loffredo, parroco simbolo del Rione Sanità, Don Gaetano, parroco di san Giovanni a Teduccio, Giovanni Pellizza, presidente della “Quinta Zona” della Federazione Italiana Vela, Gianfranco Busatti, presidente del “Comitato circoli velici napoletani”, e i rappresentanti delle Fondazioni promotrici.

Con commozione, il Prefetto De Martino si è rivolto ai ragazzi, veri protagonisti di questa iniziativa, “bambini fortunati perché hanno potuto godere di una esperienza splendida, che li ha resi uomini di mare e, quindi, uomini migliori. Andare per mare è una delle esperienze più belle che si possano fare – ha sottolineato De Martino – Il mare insegna che, quando c’è vento, si possono spiegare le vele e andare, quando c’è bonaccia, bisogna saper aspettare con pazienza momenti migliori. E’ una grande metafora della vita: il mare insegna che bisogna avere rispetto di se stessi e degli altri, che bisogna seguire le regole, come uomini di mare e come cittadini. E io mi auguro che abbiate fatto tesoro di quanto avete imparato in mare perché vi renderà uomini e donne migliori nella vita di tutti i giorni.” (Andrea De Martino)

“Toccare con mano l’entusiasmo e la gioia di questi ragazzi nel salire a bordo delle piccole imbarcazioni, nel sentire il vento tra i capelli e il senso di libertà che solo il mare sa regalare – ha continuato Padre Antonioci ha dato il senso compiuto del valore di questo progetto, partito un po’ in sordina e cresciuto, giorno dopo giorno, nella considerazione di tutti noi. Dico con soddisfazione che tanti di loro, con questa esperienza, hanno migliorato anche i loro risultati scolastici. Perché attraverso lo sport e il gioco, hanno imparato la disciplina e a confrontarsi con se stessi e con gli altri, apprendendo, in tal modo, una lezione di vita che sono certo non dimenticheranno.” (Padre Antonio Loffredo)

“Abbiamo scelto la vela per la sua elevata valenza educativa e con l’obiettivo di offrire ai ragazzi in situazioni di disagio sociale una speranza: quella di una vita normale, lontana dalle miserie e dal degrado del quartiere, e basata su valori della lealtà, dell’onestà e della solidarietà, che sono imprescindibili, in mare e nella quotidianità, per costruire un futuro migliore – ha concluso il Presidente della Lega Navale, Alfredo Vaglieco - in quest’ottica, la presenza del Prefetto De Martino ci riempie di orgoglio e testimonia un percorso di legalità che si conclude, per questi ragazzi, con un campo scuola di una settimana a Ischia, per il quale dobbiamo ringraziare il Presidente del Circolo Nautico Punta Imperatore, Pasquale Orofino.” (Alfredo Vaglieco)

Il laboratorio didattico che ha preceduto la cerimonia, realizzato dalla Fondazione Paoletti, ha aiutato i bambini a meglio comprendere l'esperienza vissuta in mare, nominalizzandola e collocandola adeguatamente all'interno della loro rappresentazione della vita. I ragazzi, partendo dalla metafora della vela, hanno lavorato sulla gestione delle emozioni, sull’idea di obiettivo e sull’idea di “vita appassionata” attraverso il metodo Pedagogia per il Terzo Millennio, ideato da Patrizio Paoletti. Hanno tenuto la lezione due psicologi della Fondazione esperti in PTM, Stefano Gagliardi e Tania Di Giuseppe, ed un volontario velista in corso di studi al metodo PTM, Federico Insabato.

A settembre partirà la seconda fase del progetto, con il coinvolgimento di altri 50 bambini in un campo scuola di una settimana a Ischia.

 

Una vela per sperare   |   Educazione   |   Pedagogia per il Terzo Millennio