E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza Red Heart

    Tazza Red Heart
    Prezzo: 10,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo da tutti! E se è vero che il buongiorno si vede dal mattino......

    approfondisci
  • Le nuove Pergamene solidali

    Le nuove Pergamene solidali
    Prezzo: 3,50 €

    Sono arrivate le nuove pergamene solidali, dai un valore ancora più profondo ai momenti......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Artigiani e studenti raccontano e stupiscono San Lorenzo. ...

News

Bookmark and Share
Artigiani e studenti raccontano e stupiscono San Lorenzo. Grande successo per il Laboratorio di Arte Sensoriale.

Straordinario successo per il Laboratorio di Arte Sensoriale che si è tenuto nei giorni 4-5-6 novembre a S.Lorenzo a Roma. L’iniziativa, promossa dal III Municipio di Roma nell’ambito del progetto “La Piazza e la Bottega” del Centro Commerciale Naturale e realizzata da “Fondazione Patrizio Paoletti”, è stata oggetto di interesse per centinaia di visitatori. L’entusiasmo, la grinta, la capacità dei giovani volontari che hanno preso parte all’allestimento, congiuntamente alla disponibilità e alla professionalità degli artigiani di S.Lorenzo e del quartiere Nomentano, hanno dato vita ad una magia, ad un’esperienza unica che i visitatori del laboratorio hanno saputo apprezzare. La regia dell'evento è stata curata da Tania Di Giuseppe e Laura Bartoletti, con la supervisione dell'equipe scientifica della Fondazione Patrizio Paoletti.

Nelle sole giornate di giovedì 4 e venerdì 5, dedicate esclusivamente a loro, oltre 200 studenti, provenienti da diverse scuole di Roma, hanno visitato il laboratorio. I ragazzi hanno accolto con incredibile intensità partecipativa l’occasione formativa, sperimentando un percorso che li ha condotti verso una riscoperta dei propri sensi attraverso lo stupore e la condivisione. Con loro docenti e dirigenti scolastici che, consci del valore pedagogico dell’iniziativa, hanno voluto dare la possibilità ai loro allievi di visitare il laboratorio apprezzando, essi stessi, l’esperienza. Il laboratorio di Arte Sensoriale si è poi aperto al pubblico nella giornata di sabato. Nei chiaroscuri del laboratorio si sono avvicendate curiosità e desiderio di crescita. Il laboratorio ha visto la presenza di visitatori di ogni età ed estrazione sociale: dalle famiglie ai giovani, dai cittadini di San Lorenzo e del quartiere Nomentano ai passanti. Le impressioni sono state tutte fortemente positive.

Il valore pedagogico del laboratorio è stato sottolineato più volte anche da chi il progetto l’ha ideato e realizzato. Presenti all’evento, infatti, il Presidente del III Municipio di Roma Dario Marcucci, l’Assessore all’Istruzione del III Municipio Valentina Grippo e la Responsabile dell’Equipe Pedagogica della “Fondazione Patrizio Paoletti” Elena Perolfi.

Il laboratorio ha rappresentato, senza dubbio, un’opportunità concreta per far conoscere le verità artistico-culturali del territorio tramite l’opera dei suoi artigiani più fantasiosi, ma non solo. La condivisione di valori e saperi tra generazioni diverse, la singolarità dei linguaggi comunicativi, la potenza della creatività e il fascino della scoperta di se stessi, hanno fatto sì che un atto di valorizzazione della cultura e della storia del territorio diventasse, per i visitatori, anche una straordinaria chance di arricchimento interiore.

 

Il progetto "La Piazza e la Bottega"